Istituto d'Istruzione Superiore Via dei Garofani, 4 05035 - Narni Scalo (Terni)
Progetto lenzuola per le olimpiadi di Tokio 2020

Il progetto prevede la realizzazione di un murale per Nazione da realizzare insieme alle scuole Giapponesi. Sono previsti circa 200 murales, uno per ogni nazione partecipante, per l’Italia è stata scelta la scuola di Narni.

Tutto è partito dalla organizzazione mondiale iEARN di cui l’Ingegner Giuseppe Fortunati è referente nazionale dal 2002, e dai molti contatti con il Giappone che hanno portato nel 2008  due ragazzi del liceo Gandhi a Kobe per il G20 dei giovani per l’ambiente.

Alla cerimonia erano presenti il Dirigente Scolastico Prof. Annamaria Amici, i ragazzi del IVB del Liceo Scientifico Gandhi, coordinati dal  Prof. Mario Siragusa, responsabile del progetto, la Prof. Tessa Agostini, curatrice del progetto, l’assessore alla cultura del Comune di Narni Lorenzo Lucarelli, l’Ing. Giuseppe Fortunati promotore del progetto e altri docenti e studenti dell’Istituto.

L’IIS Gandhi di Narni con la classe IVB e la scuola giapponese della città di Otsu-city della prefettura di Shiga lavorano insieme da circa un anno per realizzare un lenzuolo delle misure di 150x350 centimetri da esporre alle olimpiadi di Tokio 2020. Le olimpiadi si terranno a Tokyo, in Giappone, dal 24 luglio al 9 agosto 2020.

Il lavoro si è svolto tramite internet. Le scuole hanno iniziato a conoscersi a Marzo 2019 tramite una piattaforma telematica con cui potevano scambiare messaggi e informazioni. Dopo una presentazione della scuola e della località in cui ciascuna delle due scuole opera  (quella Italiana e quella Giapponese), gli studenti hanno  iniziato a progettare e decidere insieme cosa rappresentare, partendo dalle 17 linee guida del progetto mondiale sullo sviluppo sostenibile,  obiettivi di sviluppo sostenibile  SDGs della  Agenda 2030.

Dopo aver deciso cosa disegnare i ragazzi Giapponesi hanno dipinto la loro metà del lenzuolo e lo hanno spedito per Natale 2019.  A Gennaio 2020 il pacco è arrivato a Narni e i ragazzi del liceo hanno iniziato a dipingere la loro metà, condividendo le varie fasi con gli amici Giapponesi. Per tutto il periodo ragazzi e ragazze hanno approfondito usi e costumi della nazione partner.   È stata utilizzata la lingua inglese per comunicare. A metà Febbraio il lenzuolo, completamente dipinto, sarà inviato in Giappone dove verrà esposto nelle scuole e negli stadi durante le Olimpiadi.

Attraverso la realizzazione del lenzuolo dipinto insieme ci si è posti l’obiettivo di avviare una collaborazione tra cittadini di Paesi e Culture diverse condividendo il messaggio di pace e sviluppo sostenibile. Artmile internazionale Collaborative Learning 2020 vuole creare un contatto tra  i ragazzi nei Paesi che partecipano ai Giochi Olimpici e Paralimpici di TOKYO 2020 . Questo progetto, approvato in Giappone dal Ministero degli Affari Esteri, dal Ministero della Pubblica Istruzione, Cultura, Sport, Scienza e Tecnologia è supportato anche da International Cooperation Agency Giappone.

La classe coinvolta è il IV B del Liceo Scientifico Gandhi coordinati dal  Prof. Mario Siragusa, responsabile del progetto e la Prof. Tessa Agostini, curatrice del progetto. La proposta progettuale è del Dott. Ing. Giuseppe Fortunati. La Dirigente Scolastica dell’ Istituto Gandhi Prof. Annamaria Amici, ha permesso la partecipazione dell’Istituto al Progetto.

 I ragazzi della IVB che hanno partecipato al progetto sono:
Antonini Edoardo, Aziri Ramize, Beccaccioli Lorenzo, Bocci Erika, Bordacchini Nicole, Calugaru Alessia Elena, Carlini Chiara, Di Paolantonio Camilla,  Di Paolantonio Carlotta, Francioli Gabriele, Giuliani Jacopo, Lamanna Martina, Lunetta Clelia, Luongo Ludovica, Madolini Michela, Meossi Fabio, Nani Veronica Celeste, Nevi Chiara, Pacciaroni Giulio, Renzi Rachele, Ricci Elisa, Rossini Veronica, Secondi Alessia, Servi Filippo, Sparamonti Arianna, Stentella Sara, Xeka Melisa.

Per i ragazzi del Gandhi è stata una bella esperienza che evidenzia come attraverso internet si possano anche fare progetti condivisi con altri ragazzi di tutto il mondo.

Oggi al liceo Gandhi  è stato presentato in aula magna il ‘lenzuolo dipinto’ per il progetto “Artmile mural Japan”

Oggi, come promesso, presso l’aula magna dell’IIS Gandhi di Narni è stato mostrato il lavoro che nei prossimi giorni sarà inviato in Giappone.

La cerimonia ha ripercorso il lavoro, durato circa un anno e le varie tappe che hanno portato alla ideazione e successiva realizzazione del lenzuolo. Il progetto “Artmile mural Japan” ha visto gli studenti narnesi e  quelli della città di Otsu-city insieme per un la creazione di un murales che sarà alle Olimpiadi di Tokio 2020. Integrazione tra paesi e nazioni, confronto tra culture diverse, arte, uso delle nuove tecnologie, ma anche un modo per affrontare temi come quelli dello sviluppo sostenibile. Questi sono stati gli ingredienti che hanno portato al risultato finale.

I relatori hanno illustrato le valenze culturali ed artistiche di questo lavoro che, oltre a promuovere una mentalità interculturale e una sensibilità artistica, assolve anche al compito di promozione turistica del  territorio umbro. Infatti insieme al lenzuolo saranno messe nel pacco delle brochure e depliant illustrativi riguardanti la Cascata delle Marmore, il Ponte d’Augusto e la valle del fiume Nera e altre bellezze artistiche e culturali. Sono presentate anche alcune proposte di percorsi a piedi, a cavallo o in mountain bike.

Tutto è partito dalla organizzazione mondiale iEARN, di cui l’Ingegner Giuseppe Fortunati è referente nazionale dal 2002, che ha promosso l’iniziativa che nel 2008  ha permesso  a due ragazzi del liceo Gandhi di essere accolti a Kobe per il G20 dei giovani per l’ambiente.

Particolarmente Importante è l’aspetto educativo, linguistico ed interdisciplinare del progetto che ha coinvolto gli studenti spingendoli a mettere in campo le loro competenze della lingua inglese, delle nuove tecnologie, passando dai forum a whatsApp tramite Internet e ad utilizzare le loro conoscenze della storia, della geografia  e delle tradizioni dei due popoli gemellati.

Ovviamente la realizzazione pittorica del lenzuolo è stata l’abilità artistica principale in cui i ragazzi e le ragazze del IVB si sono cimentati.  Di rilievo la scelta di come raccordare armonicamente i due mondi diversi attraverso le forme e i colori. Il tema illustrato unisce le nuove tecnologie ed i cellulari  ai tradizionali libri nel rispetto delle tradizioni, usi e costumi e nella tensione verso il futuro e il progresso. Si è passati dalla  Ferrari a Dante Alighieri,  dalla musica alle bellezze naturali e archeologiche (il ponte di Augusto e la Cascata delle Marmore).

Esportare le nostre eccellenze nel mondo, conoscere altre culture e scambiare con loro idee e progetti.   Questo è solo l’inizio di una nuova avventura che vedrà, come prima tappa, esposto un lavoro di intelligente cooperazione di giovani italiani e giapponesi.  L’opera sarà esposta nelle scuole giapponesi,  nei vari centri culturali di tutto il Giappone ed infine nei stadi e nei luoghi dove si svolgeranno le prossime olimpiadi di Tokio 2020.

 

English version

Rassegna stampa

https://www.ilmessaggero.it/

https://umbriasud1.altervista.org

https://www.umbriaecultura.it/lenzuolo-tokio-narni-giappone/

http://www.terninrete.it/

http://narni.ternitoday.it/

https://www.vivoumbria.it/2020

https://www.cronache24.it/

 

Per approfondimenti vedere i siti internet

http://artmile.jp/

https://iearn.org/

http://www.narnia.it/murales.htm

http://www.narnia.it/muralitaly_eu.html        

Pubblicata il 04 marzo 2020

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.